Stay Informed!

Be the first to know with our newsletter! By subscribing, you’ll receive exclusive community updates, news and events straight to your inbox.

Recensione del galà del 47° anniversario della NIAF

Sabato 29 ottobre 2022, la National Italian American Foundation ha celebrato il suo 47° Anniversary Gala, il primo evento per il nostro patrimonio e la nostra cultura condivisi nella capitale della nostra nazione.

La serata ha onorato diverse eccezionali donne e uomini italiani e italoamericani conferendo loro la nostra più alta onorificenza, il premio Leonardo da Vinci. Il gala di quest’anno ha accolto più di 800 ospiti che sono stati trasportati in Toscana, la Regione d’Onore del 2022, attraverso l’intrattenimento e la cucina all’Omni Shoreham Hotel di Washington, DC

Gli ospiti sono stati invitati all’aperitivo sponsorizzato da Campari. La sala si è riempita di fermento mentre i partecipanti si mescolavano con gli amici sorseggiando cocktail a marchio Campari mentre un DJ creava una playlist perfetta per dare inizio ai festeggiamenti. Quando è arrivato il momento di iniziare la cena di premiazione, i membri dei Bandierai degli Uffizi (tamburi, trombettisti e sbandieratori di Firenze) vestiti con abiti medievali hanno dato il via alla transizione. Una spettacolare esibizione di sbandieratori, tipicamente eseguita prima del Palio di Siena, ha richiamato tutti ai loro posti all’ingresso della sala da ballo. Gli ospiti si sono fermati per scattare foto e filmare la performance, un cenno alla cultura toscana.

Mentre i co-conduttori di gala Maria Bartiromo e Joe Piscopo hanno concluso i loro commenti di benvenuto, i fuochi d’artificio sono esplosi in fondo al palco lasciando la folla a bocca aperta. Dopo l’invocazione di monsignor Peter J. Vaghi, il presidente del Gala Joseph Del Raso ha iniziato il suo intervento riconoscendo il simbolismo di ciò che la Toscana rappresenta per il mondo. Ha aggiunto: “La Toscana, come tutti sapete, è la culla del Rinascimento, quella grande rinascita dell’apprendimento in cui l’Italia ha aperto la strada nelle arti e nelle scienze”. Anche la Fondazione sta vivendo una sorta di rinascita, ha osservato il Presidente del Gala, in termini di supporto evidente con tutti i partecipanti al gala e come organizzazione.

Successivamente, il presidente della NIAF, Robert Allegrini, ha accolto sul palco il presidente del famoso ospedale pediatrico vaticano, l’Ospedale Bambino Gesù, Mariella Enoc, presentando un saluto personale di Sua Santità Papa Francesco. Nel libretto del programma si trova una copia stampata del saluto del Papa, dove Sua Santità chiede sostegno per la benemerita causa del Bambino Gesù.

Continuando le sue osservazioni, Allegrini ha affermato: “NIAF celebra e perpetua tutto ciò che è buono nella cultura italiana e c’è davvero tanto di buono”. Di conseguenza, la Fondazione lavora per mantenere stretti legami tra gli Stati Uniti e l’Italia. Per tutto il mese di ottobre, la NIAF si è impegnata con l’ambasciata italiana per la più grande campagna di branding nazionale mai realizzata in Italia per promuovere il Made in Italy chiamata BeIT. Per celebrare l’anniversario, Allegrini ha introdotto un video per mostrare perché l’Italia è semplicemente straordinaria.

“E’ una serata fantastica per essere un italoamericano”, ha proclamato il presidente della NIAF Robert E. Carlucci nella sala da ballo.

L’Ambasciatrice d’Italia negli Stati Uniti Mariangela Zappia, sul podio, ha presentato il neo Presidente del Consiglio italiano, Giorgia Meloni, che ha consegnato un videomessaggio personalizzato. “Grazie per aver custodito la vostra eredità italiana e per averla portata con voi, con tanto orgoglio. Vi assicuro che questo governo farà del suo meglio per rendere ancora più forte il rapporto con gli Stati Uniti”, ha detto la Meloni al pubblico nelle sue osservazioni preregistrate.

Intervenendo a nome del popolo toscano, il Presidente della Regione Eugenio Giani ha ringraziato la decisione della NIAF di riconoscere la Toscana come Regione d’Onore NIAF 2022. Ha condiviso una breve storia dei personaggi del passato che accomunano la Toscana e gli Stati Uniti.

Durante gli interventi è stata servita una cena di ispirazione toscana curata da Giada De Laurentiis, una delle premiate della serata. Per cominciare, agli ospiti è stato servito un bellissimo antipasto con salumi e formaggi provenienti dalla regione Toscana. Per il primo , tutti hanno gustato una gustosa bolognese di verdure con rigatoni. Una costata toscana con patate al limone e rucola è stata impiattata magnificamente per il secondo (secondo piatto).

Subito prima di presentare la lineup dei premiati della serata, Piscopo e Bartiromo hanno ringraziato i principali sponsor del Gala. Gabelli Funds, Mr. and Mrs. Robert Carlucci and Family, Interstate Commercial Real Estate, Intesa San Paolo SpA, Leonardo US Corporation, LifeStar, Sinatra and Company, Three Chords Bourbon, Fondazione Francesco e Mary Giambelli, Gruppo Campari, Ferrero, Fisher Capital Investments, Nero Lifestyle e Blastness USA, Walgreens Boots Alliance, Be IT e Regione Toscana.

Sponsor del Gala del 47° Anniversario della NIAF

Il primo degli illustri premiati della serata è stato Ornella Barra, Chief Operating Officer per la divisione internazionale di Walgreens Boots Alliance, a cui la NIAF ha conferito il Premio Leonardo da Vinci per gli affari internazionali. Parlando dei suoi valori familiari, Barra ha riflettuto sui valori fondamentali in cui è cresciuta con coraggio, sacrificio ed etica del lavoro. “Questo riconoscimento testimonia il grande contributo di così tante persone alla crescita di un gruppo straordinario come Walgreens Boots Alliance”.

La NIAF ha conferito a Jason Castriota il Premio Leonardo da Vinci per il design creativo e l’innovazione. Castriota ha detto al pubblico che all’età di cinque anni stava disegnando Ferrari sul tavolo della cucina e 20 anni dopo ha realizzato il suo sogno d’infanzia. “Sin dai tempi dei romani, gli italiani lo hanno fatto meglio. Il grande design riguarda la creatività e l’ingegno e porta gioia. Risveglia i nostri sensi; ci fa desiderare di vivere una vita più significativa. Ispira una nuova generazione a essere più creativa e innovativa”, ha affermato Castriota.

Il terzo premiato della serata, Michael Pompeo, il 70° Segretario di Stato, ha ricevuto il Premio Leonardo da Vinci per il Servizio Pubblico Globale. Pompeo ha parlato del viaggio che ha fatto qualche anno fa per visitare Pacentro, la città natale dei suoi antenati, dicendo che i ricordi che lui e sua moglie hanno di quel viaggio sono stati spettacolari.

Dopo che Pompeo ha parlato, Joe Gulino, co-presidente del Comitato per il coinvolgimento dei giovani borse di studio e sovvenzioni della NIAF, ha presentato i tre finalisti del Russo Brothers Italian American Film Forum di quest’anno. Il film “Leaving the Factory” ha portato a casa il primo premio. È stato scritto e diretto dalla studentessa di Santa Monica College Film Production Alessia Crucitelli e prodotto da Andrew James Levay e Catharine Dada. È una storia di maltrattamento delle operaie immigrate italiane. L’attrice italiana Roberta Sparta recita nel film e ha partecipato al gala.

La cerimonia di premiazione è proseguita, onorando Paolo Scaroni NIAF’s Leonardo da Vinci Award in Business Leadership. Ha riflettuto sulla sua ammirazione per l’America come leader nel mondo degli affari.

Il membro del Congresso Bill Pascrell, Jr. del New Jersey e co-presidente della delegazione italoamericana ha ricevuto il premio Leonardo da Vince della NIAF per il servizio pubblico nazionale. “Sono così orgoglioso della mia eredità così orgoglioso di ciò che abbiamo realizzato”, ha detto Pascrell.

L’educazione dei giovani italoamericani è uno degli obiettivi fondamentali della NIAF e quale modo migliore per aiutare a raccogliere fondi se non con un’asta dal vivo? Favolosi articoli all’asta dal vivo, inclusi viaggi in Italia, hanno scatenato guerre di offerte tra la folla.

Dopo il successo della raccolta fondi dell’asta dal vivo, Giada De Laurentiis è stata insignita del Premio Leonardo da Vinci della NIAF per le arti culinarie e l’intrattenimento. “Sono così onorata di ispirare le persone a fare cibo italiano che spero che tutti voi abbiate apprezzato la cena di stasera”, ha detto al pubblico.

Per concludere la cena di premiazione, i co-conduttori di gala hanno ringraziato tutti per la partecipazione. Piscopo ha ricordato agli ospiti che subito dopo la cena nella sala attigua ci sarà l’After Party, una festa come non l’avete mai vista.

Oltre all’indimenticabile cena di gala, la fondazione ha tenuto il suo primo forum NIAF all’inizio della giornata. Il Forum NIAF è stato progettato per promuovere gli altri contributi dell’Italia alla società. Comprendeva una serie di seminari gratuiti su vari aspetti del rapporto Italia-USA che si sono svolti prima del Gala per il 47° Anniversario della NIAF. Durante un seminario è stata lanciata la borsa di studio “NIAF-Luiss Guido Carli”, finanziata dalla National Italian American Foundation (NIAF), per consentire a uno studente statunitense di origine italiana di frequentare l’Università Luiss di Roma per anno accademico. Il generale Jack Keane ha tenuto un discorso programmatico durante il pranzo con biglietto. I partecipanti al Forum hanno partecipato al seminario condotto da The European House-Ambrosetti dove è stato discusso il position paper della NIAF sull’importanza strategica delle relazioni Italia-USA.

Nel complesso, il weekend di Gala del 47° Anniversario è stato un grande successo grazie alla partecipazione di tutti. NIAF è grata ai suoi sponsor, partecipanti, ospiti e volontari che hanno contribuito a rendere il fine settimana una celebrazione divertente e glamour del nostro patrimonio italiano. Per non parlare di tutti i proventi a beneficio della missione della NIAF di preservare e promuovere il patrimonio italiano.